giovedì 20 luglio 2017

Bologna nelle fotografie d'epoca svelata ai bambini con visite guidate e laboratori

Scoprire la storia della propria città attraverso le fotografie che coprono un arco di tre secoli: adesso è possibile (e divertente) anche per i bambini. La Cineteca di Bologna ha infatti organizzato delle visite guidate e dei laboratori,  appuntamenti adatti dai 5 anni in su, in occasione della mostra "Bologna Fotografata. Tre secoli di storia", in corso presso il Sottopasso di Piazza Re Enzo (fino al 30 settembre 2017).

Tramite "Schermi e lavagne", il progetto con cui la Cineteca si rivolge a bambini e ragazzi per fare scoprire il mondo delle immagini in movimento, per due sabati di luglio (il 22 e il 29) sarà dunque possibile trascorrere un pomeriggio dedicato alla scoperta della storia e delle storie di Bologna e dei suoi abitanti, raccontate attraverso lo sguardo dei fotografi che nell'arco di tre secoli hanno immortalato volti, luoghi, avvenimenti della nostra città.


Ecco il programma dettagliato.

Sabato 22 luglio  
Ore 16.30: Visita guidata alla mostra. 
A seguire 
Ore 18:00: Laboratorio "Velare/svelare: una città in trasformazione"
E se le due Torri diventassero dei serpenti giganti? Un laboratorio per manipolare le fotografie presenti in mostra e trasfigurare gli elementi della città in modi inattesi e fantasiosi creando immagini nuove e divertenti. 

Sabato 29 luglio 
Ore 16.30: Visita guidata alla mostra. 
A seguire 
Ore 18:00: Laboratorio "Green screen"
Le bambine e i bambini potranno sperimentare la tecnica usata nel cinema per viaggiare nel tempo e nello spazio, entrando nelle foto storiche di Bologna.

Costo: euro 7 a bambino comprensivi di visita e laboratorio, euro 4 per adulti accompagnatori. 
Iscrizione obbligatoria scrivendo a schermielavagne@cineteca.bologna.it



mercoledì 19 luglio 2017

Film per tutti alla Montagnola, e le famiglie si riprendono il parco

Una rassegna di film in Montagnola a misura di famiglia, dal 21 luglio fino al 15 settembre, per riappropriarsi del parco, passare del tempo all'aperto con i bambini di sera e combattere il degrado. Si chiama "A piedi nudi nel prato" ed è un'iniziativa ideata e voluta dal comitato FreeMontagnola in collaborazione con il Gruppo Montagnola (Arci-Antoniano) e sostenuta dal Comune di Bologna e dal Quartiere Santo Stefano.  

Sono 14 i film in programma, con cadenza bisettimanale a partire da venerdì 21 luglio e fino al 15 settembre (con una pausa dall'11 al 18 agosto), ogni martedì e venerdì: il martedì saranno proposti titoli per tutti, il venerdì invece prevalentemente dedicato ai bambini

Le proiezioni saranno tutte gratuite e inizieranno alle 21.45 nei mesi di luglio e agosto, poi alle 21 nel mese di settembre.


Il maxischermo (4 metri per 3) verrà posizionato nel prato che si trova in fondo al parco, entrando dall’ingresso di via Irnerio
Ognuno potrà portarsi da casa cuscini o coperte per accomodarsi sul prato a guardare i film.

Ecco il programma dei film adatti ai bambini:

Venerdì 21 luglio: ZOOTROPOLIS

Venerdì 28 luglio: MISS PEREGRINE

Venerdì 4 agosto: BIG HERO 6

Venerdì 25 agosto: WALL-E

Venerdì 1 settembre: INSIDE OUT

Venerdì 8 settembre: IL DRAGO INVISIBILE

Venerdì 15 settembre: ET 

INFO: Segreteria Parco della Montagnola
Casa dei Colori – Via Irnerio, 2/3 40126 Bologna
Dal lunedì al venerdì: 15.00-18.00
051 19984190 | info@montagnolabologna.it
C'è anche una pagina Facebook.

E su Facebook c'è l'evento con il programma completo.

FreeMontagnola è un Comitato di promozione e qualificazione del Parco della Montagnola. Il gruppo nasce per 'restituire' il parco ai cittadini e alle cittadine. Per seguire le loro attività, c'è una pagina Facebook








mercoledì 7 giugno 2017

Libri per le vacanze: "Bimbi e viaggi - La guida completa per viaggiare sereni con i bambini"

La scuola è finita e i bambini in età scolare avranno i loro "libri per le vacanze". E i genitori? Ecco un libro per le vacanze tutto per noi: "Bimbi e viaggi - La guida completa per viaggiare sereni con i bambini", fresco di stampa per i tipi di Giraldi Editore

Una lettura consigliatissima, perché si tratta di un manuale ricco di consigli pratici, e divertente da leggere, scritto da due mamme e rivolto proprio alle mamme (ma adatto anche per i papà...). Eh sì, perché in fondo "nella stragrande maggioranza dei casi siamo noi a occuparci della pianificazione e organizzazione del viaggio - spiegano nella prefazione le stesse autrici, Milena Marchioni e Michela Toffali - così come siamo noi che tendiamo a farci sopraffare dai timori che inducono a smettere di viaggiare" dopo la nascita di un bambino. "Ci siamo passate anche noi - ammettono Milena e Michela, viaggiatrici incallite - e ne siamo uscite alla grande!".

Ora le due mamme globetrotter hanno messo nero su bianco le loro esperienze, raccogliendo in 328 pagine tantissime informazioni pratiche per organizzarsi al meglio, diverse dritte per risparmiare e utili consigli per partire serene con figli al seguito. 
All'inizio del libro è anche proposto un breve test per capire se si è una mamma paranoica, rilassata o "Indiana Jones": qualunque sia il risultato, sappiate che viaggiare con i bambini è sempre fattibile!

Le autrici Milena Marchioni e Michela Toffali

La guida nasce dalla community di Bimbi e viaggi, il più letto family travel blog italiano, fondato da Milena nel 2011 e fonte inesauribile di ispirazione per chi vuole pianificare una vacanza con i bambini, grazie anche ai racconti di Michela e di tante altre mamme che amano condividere i propri viaggi: da un semplice weekend in Italia fino a fantastici tour intercontinentali.

Il libro è in vendita in libreria (prezzo di copertina: 14,50 euro) ma anche online su Amazon (formato cartaceo o e-book) e prossimamente verrà presentato in tante città, a partire da Bologna: qui l'appuntamento è mercoledì 14 giugno alle 18 alla Feltrinelli di piazza Ravegnana (sotto le Due Torri). 
Per conoscere il calendario delle presentazioni, consultare la pagina dedicata al libro sul blog oppure la pagina Facebook





lunedì 5 giugno 2017

Festa di inizio estate all'Opificio Golinelli per tutte le età sabato 10 giugno

L'Opificio Golinelli festeggia la fine della scuola (e l'inizio dell'estate) con un evento gratuito rivolto a tutte le età.

Sabato 10 giugno 2017 dalle 16.30 alle 20 nella struttura in via Paolo Nanni Costa 14 (zona ospedale Maggiore/Borgo Panigale) si potrà scegliere tra laboratori su prenotazione e attività a fruizione libera.

Giocoleria e fisica, alimentazione e microscopia, robotica educativa, chimica, motricità: queste le proposte gratuite all'insegna dell'"imparare facendo" che la Fondazione Golinelli dedica alle famiglie.


Ecco qualche esempio delle iniziative per le quali è necessario prenotare: per i piccolissimi (12-24 mesi e 3-4 anni) c'è un percorso motorio; i bimbi dai 5 ai 7 anni potranno giocare con il robot educativo Cubetto; i più grandini, di 8-9 anni, si cimenteranno con il microscopio per esplorare gli alimenti; ai ragazzini dai 10 ai 13 anni è rivolto un laboratorio sulla forza elettromagnetico; i più grandi, dai 14 anni in su (adulti compresi), potranno partecipare ad un esperimento sul resveratrolo, una molecola presente nel vino, ma anche in alcune bacche, semi oleosi ed in particolari piante.

Ma tra le 17 e le 20 ci saranno anche attività libere (per le quali non è necessario prenotarsi) che spaziano dalla chimica alla giocoleria fino alla robotica.


In occasione dell'evento saranno disponibili per il pubblico il programma dei prossimi appuntamenti, il catalogo didattico per l'anno scolastico 2017/2018 e la nuova "Card Opificio Golinelli" per famiglie e insegnanti.


Il programma completo con il link per prenotare le attività a numero chiuso è qui.


venerdì 2 giugno 2017

Bologna Experience: non è un museo, non è una mostra, non è un parco giochi, ma è tutto questo e anche altro (fino all'8 ottobre 2017)

Gli organizzatori spiegano che "Bologna Experience non è un museo, né una mostra didattica, né un parco giochi". Eppure è un po' di tutto questo e anche altro, la nuova "esperienza bolognese" proposta a Palazzo Belloni (via Barberia 19) dall'1 giugno fino all'8 ottobre 2017

Non è un museo, eppure ci sono "opere" da ammirare: non quadri o sculture, ma installazioni multimediali e persino la riproduzione degli interni di un autobus di Tper!


Non è una mostra didattica, eppure spiega e fa capire perché a Bologna si dice "dammi il tiro" e documenta persino che i tanto vituperati "spaghetti alla bolognese" esistono da secoli.


Non è un parco giochi, ma tra cyclette collegate a Google, visori di realtà virtuale e ologrammi, di occasioni per divertirsi ce ne sono.


Insomma, "Bologna Experience" è difficile da descrivere perché, appunto, è soprattutto un'esperienza da vivere. Ma è sicuramente un atto d'amore verso la città che potrà essere apprezzato sia da chi è bolognese da generazioni, sia da chi è arrivato sotto le Due Torri solo da pochi anni, per studio o lavoro, ma anche da turisti di passaggio.

E per i bambini? La mostra così com'è non è forse facile da capire: occorre la mediazione di un adulto (un genitore o comunque una guida) per spiegare i riferimenti alla città e alla bolognesità. Lo spazio sarebbe invece perfetto per visite guidate animate o laboratori artistici: attendiamo quindi notizie dagli organizzatori, perché al momento non è stato comunicato un calendario di iniziative. In ogni modo, si può (anzi, si deve!), toccare tutto.

Un'avvertenza per visitatori di ogni età: le sale possono sembrare un po' "vuote" (e in effetti lo sono), ma Bologna Experience è anche un cantiere in divenire - come è stato spiegato nella conferenza stampa di presentazione - che si arricchirà di contenuti strada facendo, oltre a prevedere iniziative anche in città. 

Non aspettatevi quindi una visita da "wow". Anzi, occorre un po' di pazienza per scoprire i dettagli nascosti dietro un video o in un corridoio di Palazzo Belloni. Proprio come occorre calma per scoprire le bellezze di Bologna, celate dietro portoni e in viuzze semisconosciute del centro così come in paesini del territorio metropolitano.


Orari: Bologna Experience è visitabile di martedì, mercoledì, giovedì e domenica dalle 10 alle 20; il venerdì e sabato dalle 10 alle 23; chiusa il lunedì. Aperture straordinarie: 2 giugno (10-23), 5 agosto (10-20) e 4 ottobre (10-20).

Biglietti: intero 14 euro; per i bambini ingresso gratuito fino a 5 anni, € 7 da 6 a 10 anni, € 12 da 11 a 15 anni; altre riduzioni per varie categorie elencate nella pagina "prezzi" qui

(Testo, foto e video di BoBiNews)

martedì 30 maggio 2017

Fantateatro non va in vacanza: spettacoli al teatro Duse tra giugno e settembre

La compagnia Fantateatro invita bambini e genitori direttamente sul palco del teatro Duse di Bologna, in giugno e in settembre, per un'esperienza davvero particolare.

Per il terzo anno consecutivo va infatti in scena la rassegna estiva al “Duse Piccolo”: un’opportunità per grandi e piccini di assistere a uno spettacolo di Fantateatro proprio sul palco del teatro, dove di solito stanno solo gli attori, e di partecipare ad una visita guidata per vedere cosa si nasconde dietro le quinte e capire i segreti dell’arte teatrale.

Favole, classici del teatro e classici della letteratura per ragazzi saranno messi in scena con ironia e divertimento, caratteristiche fondamentali dello stile Fantateatro.
Sono disponibili 80 posti per ogni serata, con inizio alle 20,30.
I biglietti costano 10 euro (ingresso unico) e si possono acquistare online tramite Vivaticket.
Alcuni titoli sono adatti a partire dai 3 anni, altri sono consigliati dai 7 anni in su.

Peter Pan di Fantateatro al Duse Piccolo (12-13/6/2017)

Ecco il calendario completo:

12 e 13 giugno
I classici della letteratura – Peter Pan
(Consigliato a partire dai 3 anni)

14 e 15 giugno
Le commedie di Shakespeare – Sogno di una notte di mezza estate
(Consigliato a partire dai 7 anni)

19 e 20 giugno
I classici della letteratura – Tarzan
(Consigliato a partire dai 3 anni)

21 e 22 giugno
Giallo in teatro – Delitto in rima
(Consigliato a partire dai 7 anni)

26 e 27 giugno
Favole dal mondo – Aladin
(Consigliato a partire dai 3 anni)

28 e 29 giugno
Le commedie di Molière – L’avaro
(Consigliato a partire dai 7 anni)

4 e 5 settembre
Le favole di Fantateatro – Tato Lupo e i tre porcellini
(Consigliato a partire dai 3 anni)

6 e 7 settembre
Le commedie di Shakespeare – La tempesta
(Consigliato a partire dai 7 anni)

Sogno di una notte di mezza estate al Duse Piccolo (14-15/6/2017)

Info Fantateatro: tel. 051.0395670 - 331.7127161; e-mail: info@fantateatro.it
Info Duse: tel. 051.231836; e-mail: biglietteria@teatrodusebologna.it



martedì 9 maggio 2017

Van Gogh Alive: un'esperienza da vivere anche con i bambini, fino a metà novembre!

Più che una mostra, è una vera e propria esperienza per vivere l'arte di Vincent Van Gogh: non ci sono quadri esposti, ma i visitatori hanno la possibilità di “entrare” dentro le opere dell’artista e di venirne letteralmente circondati. Ecco lo spirito con cui visitare, anche con bambini e ragazzi, "Van Gogh Alive - The experience", che ha già affascinato il pubblico in cinque continenti e che fino al 30 luglio è ospitata dall'ex Chiesa di San Mattia, in via Sant'Isaia 14 a Bologna.
AGGIORNAMENTO
Visto il grande successo, gli organizzatori hanno deciso di lasciare aperta la mostra anche ad agosto e di posticiparne la fine a metà novembre.
“Questa esposizione immersiva per noi continua ad essere un vero successo – spiega Simone Mazzarelli, CEO Ninetynine –. Dopo il boom di Roma sta registrando numeri importanti anche nella tappa bolognese riuscendo ad avvicinare all’arte anche soggetti che per età ne sono spesso lontani come i bambini. La decisione di far restare 'Van Gogh Alive - The Experience' a Bologna per tutto l’autunno – continua Mazzarelli – è dovuta in parte anche alle pressanti richieste di proroga da parte delle scuole che, con la ripresa delle attività didattiche, ci chiedono di organizzare visite guidate e laboratori per far conoscere agli studenti il pittore olandese anche attraverso il potente linguaggio della multimedialità”.

Van Gogh Alive - The Experience” è un’esposizione di oltre 3.000 immagini ad altissima definizione, all’interno della quale lo spettatore si immerge per circa 45 minuti nell’arte e nel mondo del celebre pittore olandese, vivendo un’esperienza emozionale attraverso un percorso che si snoda nei 500 metri quadrati della chiesa. Le immagini delle opere di Van Gogh si animano grazie ad una tecnologia innovativa, sviluppata dalla società australiana “Grande Exhibitions”: si chiama SENSORY4™ ed è un sistema unico che incorpora oltre 50 proiettori ad alta definizione e suono surround di qualità cinematografica.  

Ecco perché “Van Gogh Alive” viene definita “un’esperienza immersiva”: lo spettatore può lasciarsi trasportare in un viaggio con l’artista, visitando i Paesi Bassi, la Parigi degli Impressionisti, Arles, Saint Rémy fino a Auver-sur Oise, attraverso 800 opere che il Maestro ha composto in 10 anni, tra il 1880 e il 1890. Non manca un excursus sulla vita privata di Van Gogh, con numerose citazioni tratte dalle lettere al fratello minore Teo che riflettono il carattere tormentato dell’artista. La colonna sonora è poi molto suggestiva: si potranno riconoscere musiche di Vivaldi, Schubert, Bach e Haendel, per citare solo alcuni dei compositori proposti.



Gli organizzatori (in Italia la mostra è gestita dalla società Ninetynine) assicurano che nelle città in cui è stata già proposta, per ultima Roma dove la mostra ha spopolato, i bimbi hanno ballato al ritmo della musica di sottofondo e giocato con le immagini proiettate sulle pareti e sul pavimento dello spazio espositivo. 
L’esperienza viene dunque consigliata anche alle famiglie con bambini molto piccoli. E in questa pagina di "faq" troverete vari consigli utili: ad esempio, gli organizzatori precisano che "per quanto riguarda la possibilità di muoversi e giocare del bambino all’interno del percorso non ci sono problemi, contando anche che le superfici videoproiettate sono anch’esse calpestabili. Raccomandiamo solo ai genitori di tenere i propri bambini vicino a loro e di non farli correre o parlare ad alta voce all’interno della mostra per non disturbare gli altri visitatori".

Non è prevista la possibilità di fare visite guidate vere e proprie, ma la guida Laura Pellegrini ha già organizzato una iniziativa speciale proprio dedicata ai bambini: una formula tutta nuova che prevede un percorso con un piccolo gruppo, sia per bambini che richiedono la presenza di un genitore, sia per quelli più autonomi che se la sentono di fare la visita guidata solo con Laura (espertissima in visite "family friendly"), senza mamma e papà! 
I primi appuntamenti sono in programma domenica 14 maggio (con ingresso alle 14,30, 16 e 17,30), sabato 20 maggio (tra le 16,30 e le 19) e domenica 28 maggio (alle 12 e alle 18,30).
Per informazioni e prenotazioni (entro il 14 maggio): tel. 328.7652394.

Ingresso gratuito per i bambini sotto i 6 anni.
Il biglietto intero costa 14 euro; il ridotto (6-12 anni, studenti, over 65 e disabili) 12 euro.
Ci sono anche delle tariffe speciali per famiglie: due adulti e due bambini oppure un adulto e tre bambini pagano in totale 44 euro; il costo per due adulti e tre bambini oppure per un adulto e quattro bambini è di 50 euro. 
Orari: da lunedì a giovedì ore 10-20; venerdì e sabato ore 10-23, domenica ore 10-21. Ultimo ingresso un'ora prima.

“La mostra – come ha spiegato il critico d’arte Philippe Daverio, presente all’anteprima con i giornalisti il 4 maggio, giornata d’apertura - si rivolge a tutti: a chi non è del giro serve per iniziazione, a chi è del giro per curiosità. L'aspetto più importante è che fa capire a tutti chi è Van Gogh. Insomma, è un'affascinante introduzione all'arte: proiettare è un'ottima soluzione per avvicinare le persone, per fargli sentire l'arte. Nell'arte, infatti, l'ascolto è importante come la vista.”


Philippe Daverio (foto BoBiNews)

Van Gogh Alive a Bologna (foto BoBiNews)

In mostra la ricostruzione della camera di Vincent ad Arles (foto BoBiNews)

Van Gogh Alive a Bologna (foto BoBiNews)